giovedì 31 dicembre 2009

Buon Anno 2010!


Il personale di Alloggi Barbaria augura un buon anno 2010 ai clienti e a tutti i lettori del blog!

Buon anno! Happy New Year! Bonne année! Frohes neues Jahr! Feliz año nuevo!

Un Anno a Venezia


Un anno a Venezia si può illustrare con sole dodici foto? Non ne sono sicuro, anche perchè la scelta è difficile, molto ardua. Però secondo me le dodici immagini che propongo riassumono bene questi dodici mesi trascorsi a Venezia. Ogni mese questa bellissima città offre qualcosa di diverso da vedere e attraverso la fotografia si possono fermare dei momenti felici ed altri tristi, che comunque presi assieme ci mostrano una Venezia ancora viva. E allora passiamo alla descrizione dei mesi. Gennaio: nevicata notturna del primo giorno dell'anno. Febbraio non può essere che dedicato al carnevale. Marzo: bella giornata di sole primaverile. Aprile: strana manifestazione. Maggio: panorama di Burano. Giugno: la Biennale d'Arte. Luglio: mercato thai a Rialto. Agosto: sposi in gondola. Settembre: la Regata Storica. Ottobre: Venice Marathon. Novembre: Funerale di Venezia. Dicembre: Acqua alta e neve a Venezia. In questo speciale calendario ci sono solo 12 delle migliaia di foto che ho scattato quest'anno a Venezia. Tali foto mi sono costate a volte fatica e lunghi spostamenti, ma mi hanno dato anche tanta soddisfazione. Mi considero fortunato nel vivere in questa città che non mi stanco mai di ammirare, scoprendone ogni giorno un particolare diverso. A tutti quelli che amano Venezia voglio dedicare questo post, e naturalmente a tutti i fedeli lettori di Alloggi Barbaria Blog faccio i miei migliori auguri per un buon anno nuovo!












mercoledì 30 dicembre 2009

Venezia Love 2010


Venezia Love 2010 continua la tradizione ed il successo degli ultimi anni che si celebra in Piazza San Marco. Venezia Love 2010 è l'evento che chiude l'anno vecchio per accogliere nel migliore dei modi quello nuovo. Nonostante il budget ridotto, anche in questa edizione di Love 2010 non mancherà lo spettacolo. Entro oggi sarà infatti completato uno speciale palco (ieri sera era in costruzione, vedi foto) in Piazza San Marco dal quale saranno proiettate luci verso le Procuratie ma anche sul campanile di San Marco. La manifestazione, curata dal regista Marco Balich, comincerà alle 22,00 con la partecipazione di Dj Maci ed il Principe Maurice, alle ore 23,00 sotto al porticato di Palazzo Ducale ci sarà un brindisi per tutti con "Bellini". Poco prima delle ore 24,00 verrà effettuato il conto alla rovescia e quindi allo scoccare della mezzanotte avrà luogo l'ormai famoso bacio collettivo tra migliaia di innamorati che darà il benvenuto all'anno 2010. Alle ore 0,15 cominceranno i fuochi d'artificio in Bacino San Marco mentre dalle 0,30 si terranno le danze romantiche in Piazza San Marco. Per quanto riguarda l'acqua alta, la situazione è la seguente (anche se la festa Venezia Love 2010 è stata confermata oggi dagli organizzatori): è prevista alle ore 23,30 una punta massima di 110cm sul livello del mare a Venezia, come indicato dal grafico delle maree. Il che significa che per un paio di ore il 15% circa della città sarà interessato dal fenomeno dell'alta marea. La fermata del vaporetto più vicina a Piazza San Marco e quindi a Venezia Love 2010 è "Vallaresso" (linee 1 e 2, costo biglietto 6,50 euro). Chi volesse arrivare in Piazza San Marco a piedi dalla stazione può seguire la direzione Lista di Spagna-Strada Nuova-Rialto-Mercerie. Chi vuole andare camminando da Piazzale Roma a Piazza San Marco può seguire le indicazioni come sopra, oppure dirigersi verso Campo Santa Margherita-Accademia-Campo Santo Stefano-Via 22 Marzo. Per percorrere a piedi questi due itinerari ci si impiegano 30-40 minuti. Buon divertimento a tutti con Venezia Love 2010 e soprattutto Buon Anno 2010!





martedì 29 dicembre 2009

Campanili e Cupole a Venezia


Campanili e cupole a Venezia ce ne sono a dozzine. Nella foto, scattata dal Bacino di San Marco quando ancora c'era la neve in città, però se ne vedono 5, per l'esattezza 3 campanili e 2 cupole di chiese. Tutti questi edifici religiosi sono localizzati nel sestiere di Castello. Cercate di scrivere i nomi dei campanili e delle cupole che si vedono nell'immagine. Ci saranno degli aiuti solo se richiesti, (ma non è poi così difficile!), poichè i vostri commenti verranno pubblicati solo in tarda serata, assieme alla soluzione. Bisogna solo fare attenzione alla prospettiva, perchè le distanze vengono appiattite dallo zoom della macchina fotografica. Chi sarà il primo (o la prima) a individuare i nomi esatti dei 3 campanili e delle 2 cupole?

lunedì 28 dicembre 2009

Scie Luminose a Venezia


Le scie luminose a Venezia possono essere create solo da imbarcazioni e non da autoveicoli, come succede in terraferma. Le scie luminose hanno sempre avuto un certo fascino su di me, ma prese nell'ambiente unico di Venezia, lo hanno ancor di più. Per poter realizzare questo tipo di fotografie è necessario piazzarsi in prossimità dei canali quando sia già buio. In questo periodo invernale purtroppo non circolano molte barche a Venezia e così l'attesa del momento giusto per lo scatto fotografico si può protrarre a lungo. Anche il freddo si fa sentire. Comunque il risultato che ho raggiunto è per me appena sufficiente, in attesa di poter migliorare la mia tecnica e che arrivi la bella stagione. In primavera a Venezia potrò esercitarmi sicuramente meglio in questa particolare tecnica fotografica notturna delle scie luminose, senza dover rischiare di diventare un pezzo di ghiaccio! Come sempre si può cliccare sulle foto per ingrandire le immagini.





domenica 27 dicembre 2009

Foto del Presepio in Chiesa dei Frari


Ecco alcune foto del presepio in Chiesa dei Frari, uno dei più belli e grandi che si possono ammirare a Venezia durante il periodo natalizio. Il presepio in Chiesa dei Frari è stato rinnovato rispetto agli anni precedenti ma mantiene intatta la sua bellezza. Sono state infatti sostituite delle vecchie statuine che apparivano ormai in cattivo stato con altre completamente nuove. In primo piano sono posti Giuseppe, Maria ed il bambino Gesù, circondati da altri personaggi adoranti, dal bue e dall'asinello. Come sempre le luci dello scenario cambiano con l'alternarsi della notte con il giorno, offrendo delle visuali e delle ombre diverse. I personaggi del presepio della Chiesa dei Frari sono molto realistici e perfettamente ambientati grazie ad una accurata prospettiva. Alcuni di essi, tramite dei meccanismi, si possono muovere (come il calzolaio). Un piccolo canale pendente mette in movimento tramite la spinta dell'acqua le pale di un mulino. Al presepio mancano solo i tre personaggi dei Re Magi che verranno aggiunti, come vuole la tradizione, solamente il giorno dell'Epifania. Ci sono spesso molti veneziani ma anche qualche turista che si ferma a guardare questo bel presepio, per cui il luogo dove esso viene allestito a volte risulta affollato. Il presepio della Chiesa dei Frari si può visitare dalle 9,00 alle 12,30 e dalle 15,00 alle 18,00, l'ingresso è libero ed è localizzato sul lato sinistro della basilica. La fermata del vaporetto più vicina per arrivare al presepio della Chiesa dei Frari si chiama "San Tomà" (linee 1 e 2).





sabato 26 dicembre 2009

Natale a Venezia


Il giorno di Natale a Venezia è trascorso tranquillo e sereno, con delle temperature non troppo rigide e un timido sole. Il Natale a Venezia non l'hanno certo passato bene le centinaia di commercianti che hanno impiegato gran parte della giornata a ripulire i loro negozi dall'acqua salata. L'acqua alta è arrivata infatti fino all'altezza di circa 1,50 metri sul livello del mare intorno alle 4,30 della mattina del 25 dicembre 2009, non creando comunque alcun disagio ai turisti che hanno potuto visitare il giorno di Natale la città. Il Canal Grande era sgombro da imbarcazioni e molte strade di Venezia, anche piuttosto centrali, erano quasi deserte in pieno giorno. Sembra che la città non sia stata méta di grandi flussi turistici per le festività natalizie, a tutto vantaggio delle località di montagna, che hanno poututo beneficiare delle copiose nevicate dei giorni scorsi. Complice la neve prima e l'acqua alta poi, Venezia non è mai sembrata così priva di turisti come in questi giorni. I pochi turisti presenti in città comunque non hanno rinunciato al classico giro in gondola per i canali della città. Piazza San Marco era semi-deserta, mentre la Piazzetta era un po' più frequentata, con persone che entravano in basilica o volevano salire sul campanile. L'arrivo dei turisti è previsto per la fine dell'anno, dove l'evento principale a Venezia sarà Love 2010, con il classico bacio collettivo per salutare l'anno nuovo.






venerdì 25 dicembre 2009

Buon Natale a Tutti!


Buon Natale a tutti da parte del nostro staff. Un augurio speciale di buon Natale ai nostri clienti ed ai fedeli lettori di Alloggi Barbaria Blog.

Buon Natale! Merry Christmas! Joyeux Noël! Frohe Weihnachten! Feliz Navidad!

giovedì 24 dicembre 2009

Neve e Acqua Alta a Venezia


Neve e acqua alta a Venezia hanno caratterizzato gli ultimi giorni. Neve e acqua alta a Venezia di solito non si verificano contemporaneamente. L'eccezionalità dei fenomeni deriva da una nevicata di 20 centimetri e dalle maree sostenute oltre 1,30 metri sul livello del mare. Come sempre i veneziani non si sono scoraggiati dalle pessime condizioni meteorologiche e, muniti di stivali e di ombrelli, non hanno rinunciato ad uscire e a vivere la loro giornata. Anche i turisti a modo loro hanno approfittato per fare delle passeggiate insolite a Venezia, scattando delle foto inusuali della città. Speriamo che le condizioni meteo diano una tregua almeno per l'imminente festa di Natale. L'unico dato certo è stato il rialzo delle temperature minime e massime che avevano costretto nei giorni scorsi la Laguna di Venezia in una morsa di gelo, con conseguente morìa di pesci dove l'acqua è più bassa. Adesso la neve in città si è completamente sciolta grazie all'innalzamento della temperatura e alla pioggia insistente che ha interessato gran parte dell'Italia. E' comunque affascinante vedere Venezia nelle diverse condizioni climatiche.


video

mercoledì 23 dicembre 2009

Mercatino di Natale a Venezia


Il mercatino di Natale a Venezia si tiene in Strada Nuova ma anche in Campo San Bartolomeo ed in Campo San Luca. Il mercatino di Natale a Venezia rappresenta, come ogni anno in questo periodo, un'occasione imperdibile per comprare dei regali senza spendere troppo. Tra le varie bancarelle si possono trovare vestiti e cappelli, profumi e collane, borsette e cinture e molto altro ancora. Questo mercatino è il posto ideale per trovare il regalo di Natale dell'ultima ora. Il mercatino di Natale sarà aperto fino al 24 dicembre con orario 10,00-19,00. Quindi il mercatino riaprirà all'inizio dell'anno prossimo per tre giorni, il 3-4-5 di gennaio, sempre negli stessi luoghi di Venezia, giusto il tempo per comprare i regali per l'Epifania. Le fermate dei vaporetti più vicine al mercatino di Natale sono "Rialto" e "Ca' d'Oro" (linea 1).



martedì 22 dicembre 2009

Riposino sulle Ancore


Un riposino sulle ancore è quello che ha fatto un ragazzo, nonostante il freddo glaciale di questi giorni. Un riposino direi inconsueto poichè le ancore in questione pesano diversi quintali e si trovano all'aperto. Infatti una coppia di ancore di colore nero sono posizionate fuori dal Museo di Storia Navale, in Campo San Biagio, nel sestiere di Castello. Tale museo è uno tra i più importanti di questo genere in Italia ed ha la sua sede dove al tempo della Repubblica di Venezia esisteva un granaio. Comunque il ragazzo aveva proprio bisogno di riposarsi per un po', ma non ha voluto sedersi sulle panchine presenti nel vicino Campiello de la Malvasia, bensì sopra ad una delle enormi ancore che appartenevano a due navi austriache, la Tegetthoff e la Viribus Unitis. Tali navi furono affondate dalla Marina Militare italiana durante la prima guerra mondiale. Sembra che sedersi su un'ancora simile faccia provare le stesse sensazioni che aveva Leonardo Di Caprio sulla prua del Titanic. Chi vuole provare?


lunedì 21 dicembre 2009

Spalare la Neve a Venezia


Spalare la neve a Venezia è una necessità, per evitare di rallentare il cammino a chi transita per le strade. Si deve spalare la neve a Venezia in modo rapido anche perchè se non lo si fa tempestivamente si rischia che quando di notte la temperatura va sotto lo zero le calli diventino poco praticabili a causa del ghiaccio. La neve va spalata manualmente poichè in città non si possono usare mezzi meccanici. Quindi, in conseguenza della neve a Venezia del 19 dicembre 2009, le strade principali della città sono state spalate dagli operatori dell'Amav, fin dalle prime ore del pomeriggio dello stesso giorno. Quando le strade sono state liberate dalla neve si è poi provveduto a passarle con una apposita macchinetta spargi-sale per evitare che si potesse formare del ghiaccio. Fino agli anni '70, quando in inverno le nevicate a Venezia erano molto più frequenti e consistenti, le strade venivano spalate coi badili da decine di ragazzi regolarmente reclutati dal Comune. Essi venivano divisi in squadre e lavoravano sotto la direzione dei vigili urbani, tutto ciò non accade più da decenni. A Venezia non si deve spalare la neve solo lungo le strade, ma è necessario svuotare anche le imbarcazioni cariche di neve per evitare che diventino barche semi-affondate. Allora abbiamo visto anche i proprietari della Barca spalare la neve con un badile poichè il loro negozio, nel quale si vende frutta e verdura, era chiuso a causa del maltempo (vedi foto sotto). Naturalmente anche i gondolieri si sono dati da fare per ripulire le loro imbarcazioni dalla grossa quantità di neve che si era accumulata nel corso del mattino. I gondolieri hanno lavorato sodo per togliere la neve perchè essa, tramutandosi in ghiaccio, potrebbe provocare delle dannose fessure che farebbero infiltrare l'acqua salata all'interno della gondola. Tale eventualità non è frequente ma si può verificare di solito sul fondo della gondola che si chiama "sentina". Comunque abbiamo visto che i veneziani si sono dimostrati preparati a questa nevicata, infatti le strade principali della città sono state spalate e molte barche sono già senza il loro carico eccessivo di neve. A Venezia ci si appresta quindi a vivere la prossima settimana in modo più normale.






LinkWithin

Related Posts with Thumbnails