venerdì 11 marzo 2011

Il Ponte più Brutto di Venezia


Il ponte più brutto di Venezia si trova in Campo Santa Maria Formosa ed è un ponte privato. Il ponte più brutto di Venezia è localizzato non in una zona periferica, ma in pieno centro storico, a cinque minuti a piedi da Piazza San Marco. Esso viene usato come uscita secondaria della Fondazione Querini Stampalia ed è interamente in metallo.
Questo ponte è orribile a vedersi nel contesto in cui si trova, accanto a ponti privati in pietra (vedi ultima immagine) di ben altra fattura e di fronte a palazzi che hanno secoli di storia. Viene da chiedersi come si sia potuto dare il permesso di installare tale ponte che, come testimoniano le foto, non è nemmeno lontano cugino dei ponti in ghisa posizionati a Venezia nell'ottocento. Si può sperare che questo ponte sia provvisorio, ma anche il Ponte dell'Accademia lo è ormai da decenni. La manutenzione dei ponti privati è a carico dei loro proprietari e così si può comprendere che sia stato scelto di installare un tale ponte in metallo piuttosto che uno in legno. Tuttavia credo che chi ha a carico un ponte privato potrebbe obiettare qualcosa, egli è costretto a pagare gli elevati costi della manutenzione, mentre i responsabili di questo ponte avranno eventualmente da sostenere dei costi risibili. Resta comunque il fatto che un ponte simile in città non ci dovrebbe proprio stare, ve lo immaginate come apparirebbe Venezia se tutti i suoi ponti avessero questo aspetto?


10 commenti:

AnnaLivia ha detto...

C'est vrai qu'il n'est pas très esthétique... Peut-être est-il temporaire?

Maïté ha detto...

Effectivement il est bien laid...Buona giornata, a presto !

stef* ha detto...

Ah çà! Pour être horrible !
Peut-être provisoire ?

Minghetti ha detto...

Veramente brutto... Buon weekend Fausto!

Pier ha detto...

è davvero orrendo... :(
ma la nostra società ha perduto per sempre il senso estetico a discapito della tecnica?

Fausto ha detto...

AnnaLivia: Je confirme, comme l'ai gentiment fait remarquer Monsieur Franco Filippi sur Facebook, qu'il est un pont temporaire.
Bon week-end.

Maite: Vraiment laid, mais il semble que maintenant coûte trop cher un pont neuf de bois: il n'y a pas de l'argent.
A bientôt.

stef*: Oui, il s'agit d'un pont temporaire.
Bonne soirée.

Minghetti: Brutto ma provvisorio, spero di essere qui a documentare quando verrà installato il ponte definitivo.
Buon week-end.

Pier: Certo che vedere un ponte simile a Venezia fa pensare. Ora che sappiamo trattarsi con certezza di un ponte provvisorio, attendiamo con fiducia la costruzione di quello nuovo.
Ciao.

Pier ha detto...

Leggo dal sito della fondazione Querini:

La Fondazione Querini Stampalia è un luogo di produzione culturale.
Con il suo testamento del 1868, Giovanni Querini Stampalia volle fondare un'istituzione atta a "promuovere il culto dei buoni studi e delle utili discipline"; a questo dettato si conforma ancor oggi l’attività della Fondazione, che ha nella formazione e nello sviluppo dell’individuo il suo principale obiettivo.
Attiva nella elaborazione della conoscenza e nella promozione della libertà è aperta, a tutti, come una Piazza in cui i saperi si incontrano, si contaminano e si diffondono.
L'intero suo patrimonio materiale e immateriale è valorizzato per questi scopi.

Ho scritto una mail alla fondazione proprietaria del ponte - fondazione@querinistampalia.org -
chiedendo se anche il ponte rientra in questa filosofia ... speriamo rispondano ... e forse se molte persone faranno notare la cosa, magari in futuro rifletteranno sulla costruzione di manufatti del genere..

Randy Bosch ha detto...

Did they run out of fees for Carlo Scarpa? Perhaps someone (but not Caltravo) could design a replacement at least in the style of the minimalist modern bridge on the other side of the building?

Sergio ha detto...

Ma quando lo hanno posizionato?
Veramente orrendo. Se serve come uscita di sicurezza dal palazzo chi l'ha progettato ha voluto fare qualcosa di simile alle scale esterne che si trovano sulle costruzioni moderne. Penso proprio che la provvisorietà sia come quella del ponte dell'Accademia!

Fausto ha detto...

Pier: Il ponte in questione è provvisorio, ma comunque essendo a Venezia esso dovrebbe avere un aspetto consono all'ambiente circostante. Auguriamo alla Fondazione Querini Stampalia di reperire al più presto i fondi necessari alla costruzione di un nuovo ponte che sia decisamente più bello di quello attuale.
Buona domenica.

Randy Bosch: The Foundation has not the money to build a new bridge. I wouldn't disturb Calatrava for such a simple project, it'd be all right a wooden bridge.
Kind regards.

Sergio: Condivido in pieno quanto espresso nel tuo commento. La parola "provvisorio" qui a Venezia a volte perde il suo significato. Speriamo non sia questo uno di quei casi.
Ciao.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails