martedì 20 dicembre 2011

Chiude la Barca


Chiude la Barca, è questa la notizia che tiene banco in questi giorni a Venezia. La Barca è un negozio di frutta e verdura, che, come già sanno tutti gli innamorati di Venezia, si trova vicino al Ponte dei Pugni, nei pressi di Campo San Barnaba. Chiude la Barca e con essa sparisce un altro pezzo di Venezia, quella vera.
La Barca aveva aperto 63 anni fa grazie a Mario Tiozzo, originario di Chioggia, che ebbe presto come aiuto i figli, gli stessi che adesso sono ancora titolari del negozio di frutta e verdura più conosciuto della città. Essi sono Ernesto, Fulvio e Gino e proprio con quest'ultimo ho avuto una breve chiacchierata ieri sera. Gino mi ha detto che nei primi tempi erano costretti a dormire nella stessa barca in cui di giorno lavoravano. In tutti questi anni egli ha continuato a svegliarsi alle tre del mattino, durante le giornate lavorative, poiché andava con un "topo a motore" a rifornirsi di frutta e verdura, prima in Erbaria a Rialto, e più recentemente al mercato all'ingrosso di Mestre. Mi ha riferito poi che la Barca chiude perché in questi ultimi anni non sono riusciti a trovare dei veneziani (almeno tre) che potessero rilevare l'attività. Gino e i suoi fratelli non ne fanno un problema economico: "Non abbiamo grosse pretese, ma volevamo che la Barca potesse continuare ad essere un negozio gestito da veneziani". Ma tant'è. La Barca chiude il 24 dicembre 2011 e presto ci dovremo abituare a non vedere più questo negozio così amato dai residenti e fotografato dai visitatori. La Barca, che ancora per qualche giorno si mostrerà con tutta la sua varietà di colori offerta dalla frutta e verdura esposta al pubblico. Credo che chi si trovasse a Venezia in questa settimana dovrebbe approfittare per recarsi alla Barca, una tale occasione in futuro, purtroppo, non si ripresenterà più. E allora, in qualità di cliente della Barca da almeno 40 anni, ho richiesto ai fratelli Tiozzo di poterli fotografare da vicino. La cosa ha fatto piacere a loro, che, da veri veneziani, non hanno problemi con la privacy. Queste foto servono per sottolineare che sono stati loro gli autentici protagonisti di questa fantastica avventura durata oltre sei decenni. Fra qualche giorno mi resteranno solo queste immagini per ricordarmi di uno speciale negozio veneziano che galleggiava sull'acqua. Anche se avrò ancora l'opportunità di incontrare e salutare i Tiozzo per la strada.
Chiude la Barca. Giù il sipario, che tristezza….

Aggiornamento: E' stata riaperta la Barca!


18 commenti:

Laura ha detto...

Che tragedia! Non ci posso credere che la prossima volta che saro' a Venezia la barca sara' assente. Crescendo a Santa Margherita considero la barca parte di me, di questo angolo della citta' che ho percorso centinaia di volte. Un'altro negozio locale che chiude, la tristezza e' infinita.

Maïté ha detto...

Bonjour Fausto, encore un peu de Venise qui disparaît...Ils vont cependant avoir droit à un repos bien mérité après une dure vie de labeur ! Je vous souhaite de bonnes fêtes de Noël à vous et votre famille ; a presto !

ytaba36 ha detto...

You are right, quietly, another piece of Venice slips away, lost forever. I will go and say good-bye, today.

Les Idées Heureuses ha detto...

En effet cela va faire vide, on était tellement habitué à cette longue barque avec ses beaux fruits et légumes...un lieu si typique que l'on aimait à photographier ou à regarder.
Martine de Sclos

WALTER FANO ha detto...

Un altro pezzo di Venezia che se ne va...
:-(

Gianfranco dall'Omo ha detto...

iO ABITAVO IN CALLE DEL tRAGHETTO cA'rEZZONICO, DUNQUE CAMPO SAN BARNABA ERA IL MIO LUOGO MIGLIORE DOVE ERO SEMPRE. mI RICORDO QUANDO LA BARCA ARRIVò, CREDO NEL 1948, VENDEVANO ANGURIE SOLAMENTE A 15 LIRE IL kG., Dormivano in barca e una volta per poco sono annegati, la barca era stata legata tropppo stretta alla riva, l'acqua durante la notte crescé ed invase la baraca ebbero il tempo di saltare tutti fuori e per fortuna non successe niente. Ora stanno molto bene economicamente, vari appartamenti e villette. Meglio per loro, spiace che chiudano perché era diventato un simbolo, anche mia madre acquistava la verdura da loro. Il padre morì giovane da un infarto purtroppo, poi toccò alla madre. Li conoscevo molto bene. Gianfranco Dall'Omo

iRiMiKi ha detto...

Mi unisco anch'io a questo triste coro. Ho dei bellissimi ricordi legati alla Barca.
Non c'entra niente, però faccio fatica a non farvi notare che il fratello Ernesto assomiglia tantissimo al ex presidente russo Boris Eltsin. Uguale!
http://biografieonline.it/img/bio/b/Boris_Eltsin.jpg

Lili ha detto...

C'est bien triste! Cette barque faisait tellement partie du rio San Barnaba...
Je pense que sa photo est dans le monde entier!!
Quel dommage que personne ne reprenne cette activité!!

Oscar ha detto...

Mi auguro davvero che l'attività dei fratelli Tiozzo venga rilevata, prima o dopo, da un veneziano, cosi' come loro desiderano.
Il loro "negozio" rappresenta, come hai detto giustamente tu, una caratteristica di una "venezianità" che non puo' e non deve scomparire.
Ciao

Fausto ha detto...

Laura: Erano anni che i fratelli Tiozzo cercavano di vendere la loro attività. Purtroppo ciò non è avvenuto e non subentrando nessun veneziano la Barca chiude. Non si possono di certo biasimare gli attuali proprietari poiché essi hanno ormai raggiunto l'età pensionabile. Quel che è certo è che la Barca ci mancherà. E molto.
Ciao.

Maité: Oui, je suis en faveur de leur retraite. Mais je ne comprends pas parce qu'il n'y a pas trois jeunes vénitiens qui peut continuer ce travail....
Bonne soirée.

Yvonne: Hopefully you toke a lot of photos to remember la Barca.
Kind regards.

Martine: La Barca manquera à tous, c'est une boutique qui nous est familier. Qui parmi nous n'a pas prise au moins une photo de la Barca?
Bonne soirée.

Walter: Ormai si sente della chiusura di negozi tipici veneziani quasi ogni giorno. Se non si fanno dei regolamenti specifici per tutelare tali attività, come le si potrà salvare dalla chiusura adesso ed in futuro?
Ciao.

Gianfranco: Chi come te ha dei bei ricordi legati alla Barca avrà ancora più rimpianti per la sua chiusura. Tutti i residenti hanno appreso con amarezza questa brutta notizia. A mio avviso sono mancati dei giovani veneziani che avessero voglia di mettersi in discussione con questa attività. Ma forse, per i tempi che corrono, questo è un lavoro troppo duro per molte persone, seppure in tempo di crisi.
Buona serata.

Irina: Allora Ernesto dopo essere arrivato alla pensione potrebbe interpretare la parte dell'ex presidente russo. Ma dubito che dopo una vita di lavoro ne avrà la voglia.
Ciao.

Lili: Le regret est pour tous les amoureux de Venise et les résidents. Dans les prochains jours ils renonceront à acheter des fruits et légumes de la Barca. Maintenant pour les achats les Vénitiens ont presque disponibles uniquement les supermarchés.
Bonne soirée.

Silvano: La speranza è l'ultima a morire, ma vedo piuttosto difficile la possibilità che la Barca possa continuare ad essere gestita da Veneziani. Avessi vent'anni di meno ci avrei fatto un pensierino....
Buona serata.

AnnaLivia ha detto...

Une bien triste nouvelle que cette disparition.
Ciao Fausto, buon natale a te e a la tua famiglia,
Auguri,
a presto

Anonimo ha detto...

...che tristezza queste notizie. Cmq,altra città,altro genere,ma ho lo stesso problema anch'io: 60anni passati di gestione famigliare di un negozio in centro città,cortei di precari che ti sfilano davanti tutti i mesi....ce ne fosse uno che ha voglia di tirarsi su le maniche e cominciare a lavorare!!! Ma forse hanno capito fin troppo bene che il commercio non consiste nell'aprire il cassetto a fine giornata e mettersi i soldi in tasca.
AUGURI 'Barcaroli'.

VenetiaMicio ha detto...

Bonjour Fausto, quelle surprise lorsque j'ai vu votre billet !
Pourtant je suis passée encore à S'Barnaba en novembre et tout me semblait comme toujours !
Je suis triste d'apprendre cette nouvelle.
J'ai mis un lien sur mon blog vers Alloggi Barbaria et les dernières photos que j'avais prises...
A bientôt
Danielle

Fausto ha detto...

AnnaLivia: En fait, c'est une mauvaise nouvelle pour nous tous.
Joyeux Noël à vous et votre famille!

Anonimo: Il lavoro al giorno d'oggi non è quasi più paragonato ad un'attività faticosa. I giovani non cercano più un lavoro, ma un "posto" dove guadagnare senza fare (troppi) sacrifici.....
Auguri di buone feste.

Danielle: Même en ces jours tout semblait normal à la Barca. Mais, malheureusement, la nouvelle de la fermeture est confirmée.
Bonne soirée.

Anonimo ha detto...

Peccato, amo la città di Venezia e vedere che chiude questo negozio storico mi dispiace tantissimo anche perchè sito in una zona di Venezia a me particolarmente cara. Sono onorato di averlo intervistato pochi mesi fa per un raduno di fans di Indiana Jones, adesso la Braca la potrò rivedere solo nel film!

dozydai ha detto...

Cannot believe it, when we were in venice in december 2011,I took a photoof the boat and talked to the gentleman, now it is no more, what a shame

marshall ha detto...

Ne ho parlato nel commentario di questo articolo.

Vito ha detto...

Ma La Barca ha riaperto!
E tutto sembra andare per il meglio!
Onore ai fratelli Tiozzo e auguri a Fabio, Maurizio e soci per la nuova avventura!!!
Vito

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails