domenica 11 novembre 2012

Acqua Alta a Venezia: 11 Novembre 2012



L'acqua alta a Venezia l'11 novembre 2012 ha raggiunto l'altezza di circa 150 cm sul medio mare. L'acqua alta era stata prevista per domenica 11 novembre con un massimo di 120 cm. alle ore 8,30 del mattino, poi invece, con il passare del tempo il livello si è alzato sempre più a causa del fortissimo vento di scirocco e della pioggia insistente. L'acqua alta ha creato grossi problemi a Venezia per tutta la mattinata.
I commercianti hanno dovuto recarsi ad installare le paratie che vengono utilizzate per difendere i negozi. Numerosi altri veneziani hanno cercato di sollevare in alto gli oggetti che avevano nei magazzini al piano terra. I turisti si sono mossi prevalentemente scalzi poiché il livello della marea superava quello dei classici stivali per l'acqua alta con altezza sotto al ginocchio. Era da tempo che la città non viveva una mattinata così. I disagi dei residenti e lavoratori si sono rivelati minori del solito solo perché l'acqua alta si è verificata di domenica. Tutto sarebbe stato ancora peggiore durante la settimana a causa del movimento di studenti e lavoratori. Il vento ha provocato numerosi danni ad antenne ed altane, i vigili urbani hanno avuto il loro bel d'affare nel circoscrivere le zone poco sicure. In concomitanza con l'acqua alta dell'11 novembre 2012 a Venezia si correva una gara di orienteering, gli stoici atleti non hanno comunque rinunciato a competere (vedi foto). Ho visto anche un ragazzo mentre praticava il surf con pagaia in Campo San Salvador. L'acqua alta a Venezia dell'11 novembre ha coinciso con un'ondata di maltempo che ha coinvolto gran parte dell'Italia settentrionale. A Venezia solo la prevenzione può evitare danni ulteriori, il che significa installare sulle porte di negozi ed abitazioni delle paratie stagne. In attesa della messa in opera del MOSE. 
Con una sola domanda in testa: funzionerà?

Avvertenza: Chiunque volesse utilizzare in internet una o alcune di queste foto dovrà inserire il nome dell'autore ed un link attivo verso questo articolo. Sono davvero stufo di vedere continuamente mie foto in giro per il web senza i dovuti crediti. Se la situazione continuerà così, mi vedrò costretto a prendere provvedimenti.



18 commenti:

Elio ha detto...

Questa volta è venuta veramente alta. Mi ricordo ancora quella del 1966 che ci ha creato molti problemi. Sono rimasto tre giorni bloccato a casa della mia fidanzata (ex prima moglie) ed ho aiutato il mio futuro cognato a salvare i motori del suo negozio lavorando con l'acqua a livello del petto. Ciao Fausto, spero che tu abbia dei buoni stivali.

Fausto ha detto...

Elio: Si, ho degli stivali lunghi, un ottimo ombrello e una discreta resistenza a camminare quattro ore sotto quelle condizioni. :O)
Ciao.

stephanie ha detto...

impressionante queste foto....grazie per questo tuo lavoro...mi chiedo: ma perche la gente non puo semplicement chieder l utilizzo delle foto e nominare la fonte??e il minimo del educazione...!!!buona settimana..

Sergio ha detto...

Io, avendo gli stivali solo fino a sotto il ginocchio, sono restato a casa.Giornata brutta per Venezia!!!

Per quanto riguarda le foto che ti "rubano", metti tu un segnale sulle stesse (nome)prima di pubblicarle. E' l'unica perché molti internauti sono solo dei profittatori.

Arial ha detto...

150! this is terrible ((

Fausto ha detto...

Stephanie: Mentre alcuni scrivono i giusti crediti, altri preferiscono prendersi i meriti delle foto. Per me è inaccettabile. Vedo una grande mancanza di rispetto per l'enorme mole di lavoro che faccio per aggiornare questo blog.
Ciao.

Sergio: Sto prendendo in serio esame il tuo consiglio.
Buona serata.

Arial: Yes, it really was....
Kind regards.

Oscar ha detto...

Mi dispiace. Vorrei tanto non veder mai piu' foto come queste. Mi dispiace per tutti i veneziani. Quando c'è l'acqua alta in città sento sempre ripetere la stessa filastrocca alla quale non crede piu' nessuno: "i veneziani sono abituati all'acqua alta". Solo un masochista puo' abituarsi ad indossare gli stivali per poter uscire di casa...e, mi dispiace dirlo, i dati dimostrano che chi puo' lascia la città. Chi mi conosce sa quanto mi faccia male vedere Venezia in questo stato. Ciao

Anonimo ha detto...

Belle foto!
Purtroppo il "furto" di foto è un fatto notorio in tutto il mondo. Ti consiglio di proteggerle meglio dalle copiature o inserirci direttamente la tua firma, come fanno molti.
Ciao dalla Svizzera. M

Les Idées Heureuses ha detto...

Cela me désole toujours!Pour les vénitiens qui travaillent.
Et les touristes qui s'en amusent le plus souvent!
Courage à vous tous
MArtine de Sclos

VenetiaMicio ha detto...

Merci Fausto pour tout ton travail pour nous mettre au courant des évènements qui se passent à Venise, et ceux-là étaient impressionnants.
La moindre des choses auraient été de te signaler car c'est un véritable reportage dans la ville que tu nous offres ici !
à bientôst
Danielle

Chez Edmea ha detto...

Fausto, che belle immagini... anzi forse non lo dovrei dire. Per me lontana danno nostalgia.

Come sarà messa la caratteristica Libreria Acqua Alta? C'è da preoccuparsi che troppo del materiale vada disperso? Qualcuno sa qualcosa?
Ogni volta che "scendo" a Venezia (abito in Cadore) vado a farmi un giro e compro sempre qualcosa. Non vorrei ci fossero troppi danni...

Emma Reese ha detto...

Mi dispiace che tutti i veneziani soffrono così. Anche una giornale giapponese ha riportato la notizia. Eccola:
http://www.yomiuri.co.jp/world/news/20121112-OYT1T00826.htm?from=ylist
Soltanto i turisti che si divertono nella acqua alta. E' proprio maleducato.

Veneziamia ha detto...

En pensée avec vous et tous les amis vénitiens...que dire de plus ? Contre les éléments naturels on ne peut vraiment pas grand chose.
Amicalement.
Françoise

Lili ha detto...

Quelle désolation!
Ces images me touchent vraiment, pauvre Venise et pauvres vénitiens!
Et dire qu'il y a des touristes qui trouvent ça drôle, ça me met hors de moi
Bon courage Fausto

Graciela Delucchi ha detto...

Caro Fausto: mi dispiace tanto vedere questo disastro a Venezia!!
Io abbito a Buenos Aires e anche noi abbiamo avuto "l'acqua alta" settimana scorsa, un temporale insolito che lasci la cita senza eletricitá e conseguente problemi nel transito,famiglie evacuate delle loro case, etc.Perció compartecipo il tuo dolore (che e di tutti veneziani. Grazie per le foto, tuo ottimo lavoro e me dispiace il"furto", prodotto della maleducazione!!! ciao Fausto. Avanti!!! Grazie, Graziella d'Argentina

Do ha detto...

Que c'est malheureux pour Venise et pour tous les Vénitiens qui doivent subir les assauts de la nature. Bon courage à vous tous.
Merci Fausto pour ce reportage. Désolée aussi que certains s'approprient le mérite de votre travail. C'est honteux un tel comportement.
Bonne semaine.
Do

Fausto ha detto...

Silvano: So quanto tu abbia a cuore Venezia e tutti speriamo che non debbano verificarsi ancora simili eventi. Purtroppo una città così fragile fa fatica a tirare su la testa dopo una simile batosta....
Ciao.

M dalla Svizzera: Mi sto informando su come proteggere le mie foto, forse appunto con la mia firma. Spero che ciò non pregiudicherà la qualità visiva delle immagini.
Buona serata.

Martine: Peut-être que la partie la plus triste de ces événements c'est quand je vois les touristes qui s'amusent ....
Bonne soirée.

Danielle: Merci beaucoup pour vos compliments, j'espère que ce billet a été en mesure de décrire cet événement extraordinaire.
A bientôt.

Chez Edmea: La mattina seguente non ho visto nulla (cartoni o libri bagnati) fuori dalla Libreria Acqua Alta, il che mi fa sperare che essa non abbia subito danni rilevanti.
Buona serata.

Emma Reese: Purtroppo molti turisti non si rendono conto del dramma che rappresenta l'acqua alta per i veneziani. Le foto che ho postato in questo articolo dovrebbero servire anche a sensibilizzare certe persone che vedono nell'acqua alta solo un evento bizzarro e un'occasione per divertirsi.
Ciao.

Francoise: C'est vrai, les Vénitiens ont également reçu beaucoup de solidarité de ceux qui aiment la ville.
Bonne soirée.

Lili: Tous les Vénitiens savent comment faire face à ces événements. Notre ville a besoin de plus de respect dans certaines situations si dramatiques. Ça fait mal de voir des touristes qui s'amusent.
A bientôt.

Graciela: Mi dispiace sentire che anche a Buenos Aires avete avuto problemi simili a quelli di Venezia. Spero che tutto si risolva al più presto.
Ciao.

Do: Je vois que j'ai les mêmes problèmes de AnnaLivia et qui sait combien d'autres blogueurs. Cependant, je vais devoir mettre ma signature sur les images.
A bientôt.

Nathanaëlle ha detto...

Bon courage à tous les Vénitiens pour affronter cette Acqua Alta particulièrement éprouvante.
Mettez un tag sur vos photos Fausto, il existe des sites gratuits pour le faire. Le vol de photos sur le net est inadmissible. J'en ai aussi été victime, elles étaient même parues sur un magazine de ma région.
Bon courage,
A presto !
Nath.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails